Jesus Christ Vampire Hunter

Non sfuggirete alla collera divina!

Di: Lee Demarbre
Con: Phil Caracas, Murielle Varhelyi, Jeff Moffet

Ecco il capolavoro che rischia di spodestare lo Star Wars Turco dal primo posto nella Cinewalkofshame! Questo Jesus Christ Vampire Hunter è un irresistibile concentrato di horror, comicità, follia, anticlericalismo e difesa dei diritti delle minoranze. L’idea stessa di recensirlo si scontra con un fiume in piena di idee imprevedibili e assurde, che non mancheranno di shockare anche lo spettatore più scafato. Da dove cominciamo? Cercherò di riassumere il tutto in poche frasi, anche se non sarà facile. Perdonate i numerosi punti esclamativi. La prima scena ci mostra un predicatore pazzo che sproloquia sentenze bibliche senza un perchè. I titoli di testa, con tanto di voce distorta elettronicamente ad annunciare gli attori e grafica pulp, sono un buon antipasto. Fanno la loro comparsa due preti, un punkettone con la cresta (ha pure il casco per la moto diviso in due per non spettinarsi!) e un occhialuto seminarista che poi si scoprirà essere un traditore. I due, per fermare le stragi di lesbiche perpetrate dai malvagi vampiri, che si fabbricano una seconda pelle scuoiando le malcapitate (!) per poter vagare anche alla luce del sole, si rivolgono niente meno che al Signore (!). Gesù ne sconfigge tre sulla spiaggia, ma i due preti muoiono. In seguito, assistiamo ad un’esilarante rissa nel parco tra Gesù e i malvagi atei (che non ricompariranno più per il resto del film), che lo riconoscono come essere divino (!) ma vogliono impedirne la seconda venuta. Dopo aver massacrato decine di miscredenti, che escono a frotte da una jeep quantistica, Gesù fa la conoscenza di Mary Magnum, l’apostola con la pistola, una specie di agente speciale maggiorata e sessualmente appetitosa (!), che però viene vampirizzata dopo pochi minuti. A quel punto, dopo un fugace contatto con il divin padre, Gesù viene affiancato dal lottatore messicano El Santo (!), qui interpretato da un altro attore (!), che ucciderà mucchi di succhiasangue con le sue patetiche mosse di wrestling. Lo scontro finale vede Gesù e il Santo affrontare i vampiri (tra cui la povera Mary Magnum!), e vincerli. Il nazareno riporta in vita la procace religiosa e la sua amante vampira, e tiene un discorso in un parco cittadino sulla tolleranza, invitando l’umanità a seguire i suoi insegnamenti e non le distorsioni clericali.
Questo delirante pastiche cine-religioso è, sorprendentemente, avvincente: non ci si annoia mai, e i personaggi hanno una propria carica emotiva particolare, nonostante la pessima recitazione degli attori. Gli sceneggiatori, cui va tutta la mia stima, riescono a creare un capolavoro trash senza lesinare i messaggi evangelici. Le scene madri sono innumerevoli e impagabili: si va da Gesù preso a calci nelle palle che si rialza, illeso, battendosi il petto e ghignando: “body of Christ!”, alle numerose incoerenze logiche (Gesù resuscita i morti, ma non riesce ad aprire una porta chiusa!), alle spiegazioni scientifiche di Mary Magnum, che mischiano senza pudore la fisica quantistica, la medicina e la chirurgia. Le citazioni bibliche sono davvero azzeccate (Gesù che porge l’altra guancia quando riceve uno schiaffo!), e la presenza del Santo arricchisce ulteriormente il già vasto carnet di personaggi, su cui spicca la divina Mary Magnum, religiosa lesbica che veste con tutine di latex rosso e si diletta in baci saffici e acrobazie in moto. Inguardabili i pezzi musicali, che per fortuna durano pochi minuti. Frase cult: “se non torno entro cinque minuti, chiama il Papa!”. Notevole anche la strage di vampiri nel locale, con El Santo che lancia stuzzicadenti come fossero paletti di frassino e Gesù che benedice la birra e la usa come acqua santa.
Che il trash sia con voi (e con il vostro spirito)!

Produzione: USA (2001)
Punto di forza: prendete Gesù Cristo e fatelo scontrare con delle vampire lesbiche a colpi di kung-fu. Devo aggiungere altro?
Punto debole: il film non si prende granchè sul serio, ma tutto sommato è un valore aggiunto più che un’occasione mancata.
Come trovarlo: in Italia non è mai uscito, ma su Internet si trova facilmente, anche in .mkv da 6 gigabyte!
Da guardare: se avete amici fondamentalisti cristiani, forse è meglio evitare.
Un piccolo assaggio: http://www.youtube.com/watch?v=0cu7tIk44kA (alcune scene madri!)

Pubblicato il maggio 25, 2011, in 2000 - 2009, Altri Capolavori con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. AHASHAHAHAHAH dio mio sto morendo, devo vedermelo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: