L’invasione degli astromostri

Pupazzo Power!

Di: Ishiro Honda
Con: Akira Kubo, Jun Tazaki, Andrew Hughes

Il genere mostro è uno dei miei preferiti. Certo, raramente garantisce la follia riscontrabile nell’horror, ma in genere riserva poche delusioni. Soprattutto il cinema giapponese, che sui mostri giganti ha fondato buona parte della sua fama presso i più giovani, è tra i miei prediletti; a breve cercherò di recensire qualche godzillata come si vede. Intanto vorrei parlare di questo L’invasione degli astromostri, del 1965. Il regista è il maestro Honda, creatore del primo Godzilla, quindi non aspettatevi trashate fenomenali. Purtuttavia, numerose sono le chicche presenti in questa spassosissima pellicola in cui tutto è camp e nulla è lasciato al caso: la sceneggiatura (scritta da Honda a quattro mani con Takeshi Kamura) è esilarante: due astronauti, in missione su un pianeta sconosciuto nascosto verso Giove (memorabile lo scienziato: “come avete fatto a non scoprirlo prima?” “era troppo scuro”), scoprono una civiltà aliena molto progredita, rappresentata da comuni esseri umani con indosso tutine ridicole grigio-nere, un paio di occhiali copiati dagli X-Men e un’antenna che fuoriesce dalla capa. Questi, angustiati dagli attacchi del mostro Ghidorra (ma il nome originale è Ghidora), propongono di comprare Godzilla e Radon, manco fossero cincillà, per farli combattere contro il colosso locale, e promettono in cambio la cura per il cancro, registrata su una specie di nastro. Ovviamente, si tratta di una trappola: il nastro contiene un esilarante ordine di sottomissione, e i due mostri, insieme a Ghidorra, sono sotto il controllo alieno, e cominciano a distruggere tutto ciò che trovano. A salvare il mondo saranno i due astronauti, Glenn e Fuji, la sorella di quest’ultimo e il suo fidanzato, un nerd sfigato e occhialuto che, senza saperlo, ha costruito un invenzione per gli alieni; i quattro distruggeranno il controllo mentale che lega gli alieni e i mostri.
Le trovate del film sono davvero geniali: basti pensare all’invenzione del nerd, assolutamente inutile e fastidiosa per un terrestre, ma che viene comprata per centomila dollari (centomila dollari!) da una multinazionale, senza che il suo creatore sospetti nulla. Ma questo è solo uno degli elementi di illogicità della sceneggiatura: per esempio, gli extraterrestri portano Radon e Godzilla sul loro pianeta per poi controllarli e rimandarli sulla Terra. Ma non sarebbe stato più semplice mandare sulla Terra Ghidorra e da lì condizionare i due mostri, senza scomodare la presa per i fondelli del nastro registrato? Mistero. Ci sono poi astronavi che rombano nello spazio profondo (ma questo, va detto, è un errore presente anche in Guerre stellari) e, soprattutto, un doppiaggio da seconda elementare, che non trasmette alcuna emozione: mitico, in questo senso, il capo degli scienziati, magistralmente doppiato dall’orso Yogi. Tutto questo, però, è solo un antipasto: come avrete capito, il pezzo forte sono i tre mostri pupazzeschi. Ghidorra vola attaccato a dei fili; Radon si astiene persino da questo, limitandosi a sbattere le ali come un forsennato; e tuttavia la palma di protagonista va, come al solito, a Godzilla: altro non è che un uomo in un costume di gomma, visibilmente a disagio con quegli occhioni di finto vetro e quelle mosse di wrestling che la sceneggiatura gli impone. Gli scontri si svolgono sobriamente tra piroette, inquadrature incomprensibili, lanci di rocce, saette e laser disegnati direttamente sui fotogrammi. Come ho già detto, non è un capolavoro. Ma se volete divertirvi per un’ora e mezza, L’invasione degli astromostri è il film che fa per voi!

Produzione: Giappone (1965)
Punto di forza: la terra tremerà all’arrivo dei tre colossi! Sono fantastici!
Punto debole: forse alcune scene mancano di vivacità, e non ci sono grandi trashate. Comunque, è da vedere.
Come trovarlo: è uscito in VHS e, credo, anche in DVD. In lingua originale lo si trova facilissimamente.
Da guardare: insieme all’inarrivabile Godzilla VS Mechagodzilla.

Un piccolo assaggio: http://www.youtube.com/watch?v=3WPbyV22eTM (il trailer originale giapponese!)

Pubblicato il giugno 8, 2011, in 1959 - 1969, Godzilla & Friends con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: