Hydra – L’isola del mistero

Ma "unrated" de che? Ma siamo seri...

[Krocodylus1991 & Nehovistecose]

Di: Andrew Pendergast
Con: George Stults, Dawn Olivieri, Michael Shamus Wiles, Texas Battle

Andrew Pendergast dirige uno di quei film talmente assurdi da non sembrare nemmeno veri. Nel 2009 uno si aspetterebbe qualcosa di più, anche da una produzione evidentemente povera come questa. Ma è la trama a riservare le sorprese più succulente: se si esclude l’intro, sembrerebbe trattarsi di un thriller d’azione piuttosto banale: quattro sconosciuti si ritrovano chiusi nella stiva di una nave, incatenati. Sono stati catturati da un tizio che organizza una “caccia all’uomo” per ricconi decisi a raddrizzare le ingiustizie del mondo, con una morale tutta propria. Ci sono proprio tutti: lo stupratore infoiato, il nero simpatico che poi fa una brutta fine, la ragazza bella e fragile e l’eroe di turno, che poi si scoprirà essere uno delle forze speciali (e ti pareva) che ha un conto in sospeso con il capitano della nave. Il problema è che non sono soli, perchè sull’isola c’è l’hydra. Ma sì, proprio il mostro della mitologia greca a più teste. Comincia dunque la carneficina, e si scopre che l’unico modo per disfarsi della ridicola bestia in CG è recuperare la spada di Ercole dopo aver superato una prova di fede. La noiosa storiella è interrotta soltanto dall’epico sbarco del vecchio capitano, che pare uscito direttamente da L’aereo più pazzo del mondo, e dal ritrovamento della spada, usata ovviamente dal nostro burino delle forze speciali, che, grazie ad un accordo con le compiacenti autorità della Sardegna, riuscirà a svignarsela e a godersi i soldi dei miliardari e la ragazzotta.
Già solo la trama basterebbe per trasformare una semplice idea bislacca in uno Z-movie. A questo vanno aggiunte alcune chicche: lo sbarco del capitano, privo di armi ma in perfetto completo bianco, è da antologia, così come l’incredibile pugno che sferra al cacciatore, una cosa che nemmeno gli Zucker dei tempi belli. Non male anche il personaggio della ricercatrice: dopo due mesi in cui, non si sa come, è sfuggita alla furia dell’hydra, è appena appena dimagrita. Per il resto, i suoi capelli sono raccolti in una bella coda, e i vestiti sono perfettamente intatti. Ovviamente la parte del leone spetta al mostro: realizzato con una CG da cinquecento lire, dotato di svariate teste tutte uguali e dotate di poche, goffe movenze, sbrana chiunque si trovi davanti in un modo che definire “finto” è un eufemismo. Si veda, in questo senso, l’assalto al marinaio burino in cui copiosi schizzi di sangue vanno a sporcare la macchina da presa! Il resto è routine: recitazione sotto lo zero, riprese riciclate, psicologia umana completamente stravolta ed incongruenze madornali: ad esempio, com’è possibile che in due ore di permanenza sull’isola i nostri eroi riescano a costruire trappole di bambù che neppure in Vietnam? C’è pure una scena incomprensibile, verso la fine: il capo della spedizione (un mistro fra Marco Travaglio e Michael J. Fox) e la sua bella sono immobilizzati accanto ad una scialuppa mentre arriva l’hydra. Poco dopo, il protagonista trova la scialuppa macchiata di sangue e intuisce che cosa è successo. Bene. Ma allora com’è che i due scimuniti sono ancora vivi, vegeti e illesi? Di chi era il sangue, e come hanno fatto a scappare?
Una curiosità: la mitica spada di Ercole è nascosta in un piccolo vulcano, in cui l’eroe immerge un braccio per la “prova di fede” (?). Uscitone illeso, tira fuori una incredibile tamarrata in CG indegna persino di He-Man. Senza vergogna!

Produzione: USA (2009)
Scena madre: la moglie del malefico organizzatore di massacri che mostra le grazie agli increduli miliardari, con tanto di musica da pubblicità (o da servizio di Studio Aperto). Rivoltante.
Potresti apprezzare anche…: Komodo VS Cobra
Come trovarlo: è quasi sicuramente uscito in DVD in Italia, ma la reperibilità è bassissima. Meglio così.
Da guardare: sinceramente, non capisco chi possa apprezzare una simile boiata…

Un piccolo assaggio:  (gli effetti speciali, maledizione, gli effetti speciali!)

Pubblicato il dicembre 17, 2011, in 2000 - 2009, Godzilla & Friends con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. NON voglio vedere questo film! Non voglio nemmeno immaginare Marco J Fox!

  2. Però il modo in cui uccide l’Idra è esilarante!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: