Laura non c’è

Anche lui sembra chiedersi "che ci faccio in questa ciofeca?"

Anche lui sembra chiedersi “che ci faccio in questa ciofeca?”

[Krocodylus, Nehovistecose]

Di: Antonio Bonifacio
Con: Nicholas Rogers, Gigliola Aragozzini, Francesco Apolloni

Innanzitutto, grazie agli amici di Pellicole dall’Abisso per averci fatto scoprire questa perla, soprattutto a Imrahil che l’ha scovata non si sa come in un cestone al Cartoomics a Milano. Laura non c’è. In effetti nel film compare pochissimo, è anche un peccato perchè rispetto all’insulso protagonista l’attrice pare la Magnani. Laura non c’è è la risposta di Nek a Jolly Blu degli 883, altra sciagura filmica già recensita su queste pagine. Proprio come il film con Max Pezzali, trattasi di un collage di scene inverosimili e messe lì apposta perchè il cantante di turno (in questo caso Nek) possa cantarci su una canzone. E proprio come quell’altro film di Stefano Salvati, anche questo presenta una sottospecie di trama. Il protagonista, Lorenzo, è un venti-trentenne fumettista, che si pettina e si veste come un vampiro fighetto alla Twilight, passa le serate al bar a bere con gli amici e si lamenta della sua vita faticosa nonostante non faccia praticamente nulla dal mattino alla sera. Disegna Lazarus Ledd, ma il suo sogno è sfondare con un proprio fumetto, anche grazie all’aiuto di Luca (Francesco Apolloni, ne parleremo dopo). Una sera Lorenzo salva la giovane Laura da un gruppo di tizi misteriosi che la stavano picchiando. Chi saranno mai questi tizi? Mah, boh, non viene detto, servivano solo per introdurre Laura. Lorenzo è un provola spaventoso, e subito tenta di ingraziarsi la bella fanciulla, ma questa se ne va. Ritrovatala in un cimitero trash, con le croci al neon (veramente terribile) Lorenzo da il via a una faticosa storia d’amore, con lei che scompare ogni volta lasciandolo con l’amaro in bocca. Intanto i fumetti del protagonista sono visionati e umiliati da un terribile editore sadico. Dopo una notte di sesso, il prode Lorenzo nota che Laura ha dei buchi nelle braccia: senza chiedere nulla, la apostrofa come “drogata”. Lei, sempre senza spiegare nulla, lo manda a quel paese, lasciandolo lì e dicendogli che ha perso “l’amore più grande della sua vita”. Qualche giorno dopo Lorenzo si rende conto di aver fatto una cazzata e va a casa sua, salvo scoprire che Laura non si è mai drogata, che le iniezioni le servono per il diabete, insomma che si è fatto una figura di merda come non se ne vedevano da anni. La storia riprende con fatica, fino al giorno in cui Laura muore nonostante le cure del medico (interpretato da Amadeus!). Distrutto dal dolore, Lorenzo si convince che l’anima di Laura si sia reincarnata in uno dei gattini della vicina, e lo porta con sè. Il finale, che ha lasciato sbigottito lo staff, vede una spiegazione irritante sulle vicende del film e l’immancabile comparsata di Nek.
E’ vero che probabilmente Bonifacio era più interessato a far pubblicità a Nek che a scrivere una sceneggiatura coerente, ma c’è un limite a tutto. Ci sono delle reazioni umane che, semplicemente, non possono esistere, neppure in un film-videoclip come questo. Oltretutto le canzoni di Nek sono inserite in maniera veramente forzata; prendiamo la scena in cui il pezzo di sottofondo è Sei grande. Ecco, per sottolineare la cosa, Lorenzo espone un bel cartello con scritto “Laura, sei grande!”. E’ un complimento che nessuno farebbe mai a una ragazza, è totalmente fuori contesto, che bisogno c’era di rimarcare così il titolo della canzone? Poi, gli attori…Nicholas Rogers, una specie di modello, è veramente imbarazzante, persino Laura è meglio di lui anche se alla prima esperienza. Tra gli altri riconosciamo una giovanissima Laura Chiatti e Francesco Apolloni: quest’ultimo interpretava praticamente lo stesso ruolo in Scusa ma ti chiamo amore, quello dell’amico stupidotto e donnaiolo, insomma si è specializzato! Non mancano camei di Amadeus senza barba, Federica Panicucci e Cloris Brosca (ve la ricordate? “la luna nera!”). Per il resto: davvero è considerato un buon comportamento cacciare in malo modo una ragazza per un vago sospetto che lei si droghi? A parte che, come detto, la sicumera del protagonista darà il via a una figuraccia epica, ma poi se ami una ragazza in teoria dovresti provare ad aiutarla, no?
La sceneggiatura. Cioè, sceneggiatura è una parola grossa…metà del film è composta da siparietti in un bar discoteca squallidissimo, dove relitti umani ci provano un pò con tutti ottenendo clamorosi rifiuti. C’è però una componente inedita: il regista ricicla battute e gag che non fanno più ridere dai tempi del muto trasformandoli in colonne portanti della pellicola: il tipo che chiede un bacio per diventare principe, l’altro che chiede i numeri di telefono, ha una lista di puttane ma poi piange quando la ragazza lo lascia, il padrone di casa grasso e mafioso. Una sfilata di casi umani che non si vedeva dai tempi di Freaks.
Dispiace per l’attrice Gigliola Aragozzini, morta in giovane età dopo aver combattuto la leucemia, a cui va il nostro rispetto.

Produzione: ITA (1998)
Scena madre: il finale. Non ve lo sveliamo, ma vi lascerà esterrefatti, fidatevi.
Punto di forza: rispetto a Jolly Blu è girato un pochettino meglio. E’ sempre inguardabile, eh, ma un pò meno diciamo.
Punto debole: lo stesso di tutti i film-videoclip, ovvero non ha senso e le scene-riempitivo sono noiosissime.
Potresti apprezzare anche…: pensavate Jolly Blu? Invece no, Scusa ma ti chiamo amore, c’è pure un attore in comune!
Come trovarlo: Imrahil assicura che esiste in DVD e che l’ha pure pagato due euro. Non ridete di lui, avrei fatto la stessa cosa!

Un piccolo assaggio: (che ve ne fate del film? Godetevi questo pezzaccio di Nek e sentite quanto è anni novanta!)

2

Pubblicato il marzo 22, 2013, in 1990 - 1999, Altri Capolavori con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: